CASO REALE: Il tuo ex-marito mette in pericolo i tuoi bambini?

Abbiamo molti casi di donne separate o divorziate. Uno dei più recenti è quello di una donna di circa 40 anni che, per ragioni di privacy verso la nostra cliente, chiameremo Laura. Laura, come abbiamo detto, ha 40 anni e si è da poco separata dal marito. Ha 3 figli piccoli dai 2 ai 7 anni a cui vuole molto bene. Dopo la separazione, Laura ha ottenuto l’affidamento congiunto dei tre figli piccoli che quindi si trovano molto spesso a passare del tempo con il padre.

Ma in un giorno di festa, Laura si accorge di una cosa molto grave:

Vede che il suo ex-marito, invece di passare del tempo con i bambini, li affida alla nonna ormai molto anziana e quasi del tutto cieca.

Dopo questo episodio, Laura inizia ad avere un pesante dubbio…

Il dubbio di Laura

Laura ha molto a cuore, come ogni madre, i suoi 3 bambini. Proprio perché molto piccoli (dai 2 ai 7 anni) Laura non vuole che vengano lasciati soli con la nonna dell’ex-marito, una bellissima persona ma ormai molto anziana e quasi del tutto cieca.

Come può una donna anziana e con gravi difficoltà alla vista essere in grado di controllare efficacemente dei bambini piccoli? E come fa un buon padre a non rendersene conto? Inoltre i figli stanno per partire per una vacanza senza di lei ma insieme al padre e alla nonna. Proprio per questo, Laura è molto preoccupata e vuole agire velocemente per ottenere delle prove REALI e VALIDE in tribunale che dimostrino il comportamento incauto del padre nei confronti dei figli piccoli.

Ma Come ottenere delle Prove VALIDE e REALI?

Laura non si sente a suo agio ad assumere un’agenzia investigativa perché non conosce la strategia e i metodi migliori per ottenere delle prova valide in tribunale (l’incauto comportamento paterno nei confronti dei figli è una violazione all’ex art 147 Cod. Civ.).

Non vuole rischiare di essere denunciata dall’ex-marito per violazione della privacy e rischiare dai 3 ai 5 anni di carcere (da chi sarebbero controllati i suoi figli se lei finisse in carcere?) e fino a 60.000 €. Ma data l’urgenza della situazione (la vacanza dei figli con il padre e la nonna si avvicina) e la grande ansia, Laura decide di affidarsi a dei professionisti per questa indagine.

Inizia l’indagine: Il padre mette davvero il pericolo i suoi bambini?

Per essere certa di ottenere prove REALI e VALIDE in tribunale senza correre il rischio di essere denunciata, Laura si affida a noi di EUROPOL®: la prima agenzia europea di investigazioni ed intelligence a garantire la legalità dei metodi utilizzati per svolgere le proprie indagini.

A differenza di altre agenzie investigative che svolgono indagini anche utilizzando metodi illegali, mettendo così a rischio il proprio cliente e rendendo completamente o parzialmente inutilizzabili le prove raccolte, EUROPOL svolge le proprie indagini esclusivamente attraverso metodi legali, e lo certifica con la GARANZIA LEGALIS.

Dopo aver richiesto la consulenza gratuita con un nostro esperto, accettiamo il caso di Laura ed iniziamo subito a preparare il piano operativo.

Decidiamo che il momento migliore per raccogliere le prove del comportamento sconsiderato del padre è proprio durante la vacanze che i bambini di Laura stanno per fare insieme a lui e alla nonna. L’indagine si svolge presso il villaggio turistico in cui il padre, la nonna e i bambini hanno deciso di trascorre la vacanza.

Durante l’osservazione dell’intera vacanza, il nostro investigatore scopre la verità:

Per la maggior parte della giornata, i figli piccoli venivano lasciati sotto la supervisione della nonna ormai anziana e con gravi difficoltà di vista… 

…e tutto questo mentre il padre ne approfittava per fare delle commissioni e tornare dai bambini solo verso sera. Ma Laura avrà le prove valide in tribunale di cui ha bisogno?

Il Risultato Ottenuto grazie ad EUROPOL

Durante l’osservazione della vacanza, il nostro investigatore è riuscito a raccogliere le prove valide in tribunale di cui Laura aveva assolutamente bisogno senza metterla a rischio di denuncia.

L’investigazione EUROPOL ha permesso l’acquisizione di elementi probatori, affiancati da rilievi fotografici e video, del comportamento inadeguato del soggetto, lasciando i minori sotto la sola ed unica sorveglianza della nonna ipovedente.

Laura, grazie al Dossier EUROPOL che ha ricevuto al termine dell’investigazione, ha documentato il comportamento inadatto e pericoloso dell’ex-marito nei confronti dei suoi bambini.

Anche tu Vuoi ottenere le prove VALIDE e REALI di cui hai bisogno?

Scopri come Ottenere le Prove VALIDE e REALI di cui hai bisogno senza correre rischi né penali né economici – Clicca qui per avere la Consulenza Investigativa GRATUITA